Travel

Comunicare per il turismo, le regole da seguire

Comunicare per il turismo: prima di iniziare a comunicare conosci il tuo pubblico di riferimento

 

Comunicare per il turismo, sei sicuro di farlo nel modo giusto?

 

L’estate è alle porte ed i tuoi potenziali clienti sono attualmente bombardati da centinaia di spot televisivi o radiofonici e post sui social che pubblicizzano loro mete turistiche e viaggi per la loro prossima vacanza. E tu? Sei pronto a scendere in campo per offrire la tua soluzione e competere sul mercato? L’unica preziosa arma che hai a tua disposizione in questa battaglia è una sola, la comunicazione.
La giusta comunicazione è alla base di qualsiasi strategia di vendita. Prima di comunicare per il turismo, però, devi conoscere bene il tuo pubblico di riferimento e non affidare nulla al caso. In base alla tipologia dei servizi che offri ed ai relativi costi dovresti essere in grado di profilare dei clienti tipo, le cosiddette buyer personas. Individua la tipologia di clienti ideali per la tua attività e cerca di capire come agiscono e cosa pensano. A cosa potrebbe servire ti starai chiedendo? Te lo spiego subito.

Se conosci bene la tua clientela target, ovvero le persone destinatarie della tua comunicazione, riuscirai a pianificare una strategia comunicativa vincente perché parlerai direttamente al tuo pubblico, nel modo in cui è solito comunicare nella consuetudine di tutti i giorni. In più conoscerai meglio i suoi bisogni e riuscirai ad intercettare con maggior facilità le loro esigenze. Se, ad esempio, gestisci un hotel a quattro stelle devi conoscere bene cosa i tuoi clienti tipo si aspettano di trovare all’interno della tua struttura, così da pianificare un’adeguata campagna di comunicazione online, sui social o sui mass media. A prescindere dal mezzo che sceglierai per veicolare la comunicazione, esistono tutta una serie di regole che dovrai necessariamente seguire.
La creazione delle buyer persona rappresenta solo l’inizio del viaggio. Proseguiamo con gli step successivi.

Come farsi trovare dai clienti? Comunica dove il tuo target può trovarti facilmente

 

Ora che conosci i tuoi clienti target saprai anche dove solitamente cercano informazioni circa le loro prossime vacanze. In una strategia di comunicazione che si rispetti, al giorno d’oggi, non puoi senz’altro dimenticare il mondo del web. In tal senso, qualsiasi attività operi nell’ambito turistico dovrebbe sfruttare al massimo prima di tutto i canali social, attraverso i quali instaurare una vera e propria relazione con il pubblico.
Tuttavia i luoghi in cui andrai a comunicare devono necessariamente essere gli stessi che i tuoi clienti target frequentano abitualmente.
I social rappresentano al momento le piazze virtuali più frequentate da pubblici di età, abitudini ed esigenze tanto diverse tra loro. Qualsiasi sia la tua attività pensare ad una strategia di comunicazione social diventa quindi importantissimo per far conoscere e promuovere la tua attività. Ovviamente non bisogna dimenticare l’importanza di avere un proprio blog o sito personale ben posizionato sui motori di ricerca, magari in maniera geolocalizzata. In questo modo, se ad esempio gestisci una paninoteca nel centro di Bari, la tua attività potrebbe apparire nei primi risultati di Google agli utenti che si trovano a Bari e digitano proprio la parola “paninoteca” sulla barra del motore di ricerca.

Altro aspetto che non devi assolutamente dimenticare riguarda la reputazione della tua attività. Se le persone ti conoscono, ti seguono e iniziano a fidarsi di te tutto cambia e vendere i tuoi servizi diventa molto più semplice. Nel lungo periodo una strategia comunicativa che mira ad accrescere il legame tra l’attività turistica da promuovere e seguaci (o potenziali clienti) porta ad un risultato straordinario. Nel tempo, infatti, nel pubblico crescerà a dismisura la fiducia verso il tuo brand che apparirà affidabile e solido.
Potremmo quindi affermare che la reputazione spinge i tuoi potenziali clienti a diventare clienti effettivi, affezionati e magari abituali.

comunicare per il turismo
Pianificare una strategia di comunicazione è uno step obbligatorio per arrivare a dei risultati soddisfacenti

Evidenzia i vantaggi della tua offerta e dipingi il futuro che il cliente sogna

 

Bene, conosci il tuo pubblico e sai dove posizionarti con la tua strategia di comunicazione ma ora si presenta un altro grande problema, forse il più grande. Non puoi limitarti a comunicare semplicemente ma devi spronare il pubblico di potenziali clienti a far visita alla tua attività turistica. Come farlo? Dove seguire delle tecniche di comunicazione che ti aiuteranno a persuadere il potenziale cliente.
Dovresti prima di tutto non limitarti a presentare le caratteristiche della tua attività, ma puntare l’attenzione sui vantaggi che sei in grado di offrire, magari evidenziando i punti di forza nei confronti dei tuoi competitor diretti.

Una volta presentati i vantaggi punta tutta l’attenzione sui benefici che il potenziali cliente potrebbe trarre dalla tua attività. È proprio su questo aspetto che ti giocherai il tutto per tutto. Se hai fatto un buon lavoro di analisi delle buyer persona saprai benissimo quali sono i benefici di cui il tuo pubblico necessita e saprai impostare al meglio la strategia.

Se, per ipotesi, gestisci un hotel con piscina non limitarti a descrivere quanto sia bella la piscina in se, o il terrazzo dal quale i tuoi visitatori potranno ammirare uno splendido panorama. Al contrario, parla delle sensazioni di benessere, pace e relax che proveranno facendo un tuffo nella tua piscina o cenando sulla terrazza a ridosso del mare.

Se seguirai alla lettera quest’ultimo punto sarai in grado di delineare una strategia di comunicazione turistica vincente. Soprattutto quando si tratta di viaggi e vacanze il cliente è alla ricerca di un modo per svagarsi dalla routine quotidiana. Tenendo bene a mente questo punto sforzati di comunicare dipingendo il futuro del cliente, cercando di intercettare in maniera più precisa possibile i suoi desideri.

Comunicare per il turismo: le 5 regole da seguire alla lettera

 

Per aiutarti a comunicare per il turismo qui di seguito troverai un elenco di cinque punti che dovrai tenere sempre presenti quando ti accingi a strutturare un piano di comunicazione per la tua attività:

  • Per prima cosa identifica un unico obiettivo per ogni singola comunicazione. Ciò significa che se il tuo obiettivo è semplicemente promuovere l’attività, magari per accrescere la reputazione del tuo brand, usa uno stile comunicativo diverso e poco commerciale. Se al contrario, vuoi aumentare le vendite ad esempio di un nuovo piatto che hai inserito nel menù del tuo locale usa uno stile più commerciale. Quindi definisci un solo messaggio;
  • Parla ad uno specifico target e non pretendere di comunicare con tutti;
  • Ricollegandosi all’enorme importanza che i social rivestono nella comunicazione moderna potresti prendere in considerazione anche la possibilità di affidare parte della tua strategia di promozione agli influncer di settore. Nell’ambito travel la miglior piattaforma a cui guardare è senza ombra di dubbio Instagram;
  • Scegli un linguaggio adatto al canale di comunicazione che stai utilizzando, con un occhio di riguardo al modo di comunicare del tuo target;
  • Infine, per riuscire ad ottenere risultati dovresti comunicare nei momenti giusti. Per farlo l’ideale sarebbe strutturare una strategia continuativa che magari si intensifichi in alcuni periodi dell’anno.

 

In collaborazione con Be traveller, il blog di viaggio

Write a comment